Tradizioni

TRADIZIONI POPOLARI
Le tradizioni e le usanze anche a Cassano si tramandano da una generazione all'altra. Sono, un po’ la memoria storica, una testimonianza viva di una cultura contadina legata alla natura e alle stagioni, ai cicli della vita, ai riti e, soprattutto, alla devozione religiosa. Alcune consuetudini usanze religiose si sono mantenute intatte nel tempo. Sicuramente le più rilevanti sono quelle che attengono alla Settimana Santa.

La Processione del Venerdì Santo

discipliniI momenti più importanti di questa settimana a Cassano si riferiscono a due giorni in particolare: il Giovedì e il Venerdì Santo.

 

Il Giovedì Santo, in Cattedrale, dopo la "Predica di Passione", si svolge una toccante cerimonia religiosa: la "Chiamata della Madonna"; in questa occasione il celebrante consegna tra le braccia della Madonna Addolorata il Figlio Crocifisso.

 

Il Venerdì Santo si svolge invece la processione dei Misteri, un rito molto antico, che porta per le strade del paese, dalle ore 9.00 alle ore 19.00 inoltrate, la rappresentazione itinerante della Passione e Morte di Cristo.

Al seguito vi sono i “flagellanti” o “disciplini”, incappucciati per voto, spesso scalzi, che “si battono” per penitenza per tutta la durata della processione.

 

Durante la processione sfilano le "varette", statue di cartapesta che rappresentano: il mistero di Cristo legato alla colonna coronato di spine; Cristo che prega nell’orto, deposto dalla croce, morto nella bara, asciugato dalla Veronica; e poi Pilato, Giuda, la Maddalena.

 

La processione è annunciata dal suono della tradizionale “tromba”. A questo, in seguito, si aggiunge il suono della "troccola", una sorta di cassa armonica di legno in cui battono dei martelletti, mesto e lacerante, ricorda al popolo il periodo di lutto e penitenza.

Molto struggente è “Ohi Jesu” eseguito dalle donne del luogo, il tradizionale canto-lamento che accompagna la statua della Vergine Addolorata durante tutta la Processione.

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.289 secondi
Powered by Asmenet Calabria