Riserva Naturale del Fiume Crati

LA RISERVA NATURALE REGIONALE DEL FIUME CRATI
Foce Fiume CratiLa Riserva Naturale Regionale Foce del Crati interessa un'area di 148 ettari circa nei Comuni di Cassano All'Ionio, Corigliano Calabro. La Riserve Naturale della Foce del fiume Crati, insieme con quella del Lago di Tarsia, è stata istituita dalla Regione Calabria nel 1990 (Legge Regionale 05/05/1990 n. 52) su proposta dell'associazione ambientalista Amici della Terra Italia. Queste sono le prime, e al momento uniche, riserve istituite dalla Regione Calabria. Le Riserve sono anche Siti di Importanza Comunitaria (SIC) per la Rete Natura 2000, ai sensi della Direttiva Habitat (92/43/CEE).

 

CODICE
DENOMINAZIONE

SUPERFICIE

(ha)

COORDINATE GEOGRAFICHE

LONG                 LAT

COMUNE
 IT9310044FOCE DEL FIIUME CRATI208E 16 31                   N 39 42

CASSANO ALL'IONIO

CORIGLIANO CALABRO

 

Il fiume Crati ha origine nelle pendici occidentali della Sila, percorrendo 91 chilometri sfocia nelle acque del mare Jonio nei pressi di Sibari dove dà vita ad un biotopo di grande importanza naturalistica. Quando le acque del Crati, che è il maggior fiume della Calabria per ampiezza di bacino (2.440 kmq), giungono alla foce, la loro velocità è di molto ridotta. Ed è proprio questo a dare origine a una variegata vegetazione umida e palustre, in passato molto più estesa, formata da tamerici, canne palustri, salici, pioppi, che costituisce un biotopo di grande interesse naturalistico. La foce del Crati, proprio perché paludosa, ospita una grande quantità di avifauna stagionale e perenne. Laddove le acque dolci abbracciano le acque salmastre, trovano il loro ambiente diverse specie, quali l’orata e la spigola che in particolare effettua la riproduzione in mare e completa la crescita in acqua dolce. Le differenti tipologie di habitat della Foce del Crati rappresentano un importante punto di riferimento per diverse specie di uccelli sia nel periodo delle migrazioni come punto di sosta e di approvvigionamento trofico, sia come luogo di nidificazione e di svernamento, diverse specie di rettili, rapaci notturni e di mammiferi. Fra gli avvistamenti di rilievo le spatole ricordiamo le cicogne, i mignattai, le garzette ecc.

 

La Riserva Naturale del Fiume Crati assume una importanza quasi unica al mondo, perché sotto l'attuale letto del fiume si trovano, quasi con certezza, parte dei resti dell'antica Sibari, distrutta dai Crotoniati e fatta ricoprire dai sedimenti del fiume Sibaris (forse l'odierno Coscile), opportunamente deviato nel 510 avanti Cristo.

 

fenicotteriInfo e Contatti

Area Foce del Crati
Palazzo delle Fiere
Schiavonea di Corigliano Calabro
87064 Corigliano Calabro (Cs)
Tel. e fax: 0983.878812
info@riservetarsiacrati.it

 

Come visitare la riserva: Istruzioni per l'uso

Come raggiungere la Riserva

Calcola il percorso per raggiungere la Riserva

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.369 secondi
Powered by Asmenet Calabria