I COMMISSARI RAFFORZANO LA TUTELA DELLA CICOGNA, DELLA CARETTA CARETTA, DEL GIGLIO DI MARE E DEL FRATINO
Data pubblicazione : 13-06-2018

Pubblicata oggi, 13 giugno 2016, l’Ordinanza Commissariale n. 80 che rafforza la tutela dell’incolumità della Cicogna bianca (Ciconia ciconia).

Misure per la salvaguardia delle specie a rischio, come la Caretta caretta, il Fratino e il Giglio di mare, sono state inserite anche nel capitolato d’appalto che affida i lavori di pulizia degli arenili e  nell'Ordinanza Balneare 2018.

 

Proteggere e curare l'ambiente naturale e il paesaggio, in modo da garantire stabilmente l'efficienza degli ecosistemi, la conservazione della flora e della fauna delle specie protette e dei loro habitat: questo l’intento dei Commissari Straordinari che, opportunamente coadiuvati dai Funzionari Sovraordinati nei vari Settori, in questi giorni stanno mettendo a punto una serie di iniziative finalizzate alla conservazione della biodiversità della costa sibarita.

La zona costiera di Cassano All’ionio riveste un ruolo di fondamentale importanza non solo per il suo intrinseco valore ecologico e paesaggistico ma anche, e soprattutto, per il ruolo strategico nell’ambito del turismo, visto che i suoi circa 7 km di coste ospitano tra gli habitat naturali più attraenti dell’intero territorio nazionale.

La costa ionica della Sibaritide mostra un elevato grado di biodiversità, essendo presenti habitat dunali, acquatici, igrofili (stagni, lagune e paludi) che sono l’ideale per specie come la Cicogna bianca; la tartaruga Caretta caretta, il Fratino e il Giglio di Mare.

Con l’Ordinanza n. 80 del 13 giugno 2018, gli attuali Amministratori dell’Ente cassanese hanno voluto aumentare i livelli di tutela per la Cicogna bianca, ritornata a nidificare nella Piana di Sibari dopo circa 500 anni. L’elegante migratore sembra che a Sibari si trovi proprio bene: delle 21 coppie che nidificano in Calabria, 15 hanno scelto di nidificare proprio nella Piana. 

Stessa cosa si può dire per la tartaruga marina Caretta caretta che negli anni passati ha deposto le uova nei pressi dei lidi “Bruscate Blu”, "Adria" e "Mille Pini”. A tutela della specie, i Commissari hanno rivisto sia il capitolato d’appalto che affida i lavori della pulizia delle spiagge, sia il Piano Spiagge stesso. Ricordiamo che a tutela del rettile è intervenuta anche la Regione Calabria che con una comunicazione firmata dall’Assessore all'Ambiente, dottoressa Antonella Rizzo.

Gli ambienti più strettamente dunali, inoltre, sono importanti anche per altre specie protette come il Fratino (Charadrius alexandrinus), specie ornitica avvistata dai volontari della Lipu anche sulla costa di Sibari. Le coppie depongono le proprie uova sulla sabbia, in leggere depressioni, ma non le ricoprono. La mancanza anche della minima protezione, espone le nidiate a vari tipi di minacce, spesso di origine antropica, quali il calpestio da parte dei turisti e bagnanti, il traffico illegale di veicoli a motore sulla spiaggia. Da qui la necessità di adottare misure atte a proteggere la specie e a informare i cittadini sulla presenza anche sul litorale cassanese di questo prezioso uccello.

Per la tutela dei Giglio di mare (Pancratium maritium), oltre all’ordinanza che vieta l’estirpazione o il danneggiamento in qualsiasi modo della specie vegetale, e che affida alla Polizia Locale il compito di vigilare, denunciare e multare eventuali trasgressori, i Commissari hanno predisposto l’esposizione sulle spiagge di cartelli didattici, curati dalla Lipu, che illustrano la specie e spiegano l'importanza della sua tutela.

L’Amministrazione locale con questi interventi vuole salvaguardare le specie protette divenuti emblema di territorio straordinario come la Sibaritide e, al contempo, avviare una campagna di sensibilizzazione a tutela del territorio, dei suoi ecosistemi e del turismo sostenibile, facendo leva sulla responsabilità sociale dei cittadini e delle imprese. Gli  imprenditori del commercio, del turismo e dei servizi, infatti, sono tutti chiamati a impegnarsi per la sostenibilità economica e ambientale. Un impegno che non è solo formale e dettato da un codice etico, ma che nasce da una nuova cultura e da una nuova sensibilità di tutti. Oggi più che mai la crescita di un territorio si può e si deve coniugare con la tutela ambientale a 360 gradi: da tutto questo un’idea di sviluppo sostenibile non può prescindere.

L’Ordinanza a tutela della Cicogna bianca arriva a pochi giorni del “Cicogna Day” organizzato dalla Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli ). Per la Calabria questa è la settima edizione organizzata dalla Lipu di Rende. Per osservare insieme agli esperti il meraviglioso mondo della Cicogna bianca e dei suoi “cicognini”, appuntamento sabato 16 giugno alle ore 9:00 all’Hotel Magna Grecia.

 

VAI ALL'ORDINANZA COMMISSARIALE N. 80/2018

 

E.Gitto

indietro
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.863 secondi
Powered by Asmenet Calabria