I COMMISSARI STRAORDINARI SIGLANO L’ORDINANZA PER LA PREVENZIONE DEGLI INCENDI
Data pubblicazione : 15-05-2018

I Commissari Straordinari hanno emanato una Ordinanza relativa alla prevenzione degli incendi. Multe per i trasgressori.

I Commissari Straordinari, Dottori Mucchio e Pacchiarotti e Dottoressa Guida, hanno disposto il divieto, in maniera preventiva di tutta una serie di comportamenti spazianti dell’accensione di fuochi su tutti i terreni condotti a coltura agraria, pascolivi o incolti e/o in qualunque luogo che, per le sue caratteristiche, sia pericoloso per lo sviluppo di incendi.

Per le violazioni all’ordinanza comunale saranno applicate le sanzioni amministrative che vanno da un minimo di 500,00 euro a un massimo di 5.000,00 euro.

I Commissari nella Ordinanza n. 72 del 14 maggio 2018 scrivono che, visto “l’approssimarsi della stagione estiva” si ritiene  “di dover intervenire in qualità di autorità di Protezione Civile mediante apposita ordinanza e in conformità a quanto previsto agli artt. 4, 7, 8, 9, 10 e 11 della richiamata L. R. n. 51/2017, disponendo il divieto di ogni  azione che possa determinare,  anche solo potenzialmente, l'innesco di incendi, al fine di evitare o, comunque, di limitare il pericolo di incendi boschivi e campestri, nonché garantire sufficienti livelli di igiene e sicurezza in ambito urbano”.

In sintesi nell’Ordinanza si invitano tutti i possessori di boschi, terreni agrari, prati, pascoli ed incolti, a mettere in atto tutte le azioni necessarie ad evitare il possibile insorgere e la propagazione di incendi adottando tra gli altri:

  • Azione di pulizia a propria cura e spese dei propri terreni mediante rimozione di ogni elemento o condizione che possa rappresentare pericolo per l’incolumità e l’igiene pubblica, in particolar modo provvedendo alla rimozione di rifiuti, sterpaglie e quant’altro possa essere veicolo di incendio mantenendo, per tutto il periodo estivo, le condizioni tali da non accrescere il pericolo di incendi;
  • Azione di pulizia da sterpaglie, vegetazione secca in genere in prossimità di strade pubbliche e private, nonché in prossimità di fabbricati e/o impianti ed in prossimità di lotti interclusi e di confini di proprietà;
  • I gestori delle strade dovranno effettuare periodiche manutenzioni sulla vegetazione arborea mediante potatura delle branche laterali e spalcatura, al fine di consentire il transito anche dei mezzi antincendio. 
  • I proprietari, i gestori e i conduttori di campeggi, villaggi turistici, centri residenziali, alberghi e strutture ricettive nonché di strutture antropiche insistenti su aree rurali esposte al contatto con possibili fronti di fuoco e classificate all’interno della pianificazione comunale di emergenza a rischio elevato, dovranno realizzare, entro il 31 maggio di ogni anno, una fascia di protezione della larghezza di almeno 15 metri, sgombra di erba secca, arbusti, residui di vegetazione e di ogni altro tipo di materiale facilmente infiammabile, lungo il perimetro del proprio insediamento compatibilmente agli spazi fisici disponibili in funzione della proprietà catastale.

Inoltre, per tutti vale sempre l’invito a vigilare e segnalare immediatamente a Vigili del Fuoco, Carabinieri, Forestali, Amministrazione comunale e Protezione Civile, gli eventuali focolai d’incendio, oppure chiamando direttamente al numero unico europeo delle emergenze 112.

VAI ALL’ORDINANZA n. 72/2018

indietro
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.926 secondi
Powered by Asmenet Calabria