CANALE VENA MORTA: DISPOSTO IL DIVIETO TEMPORANEO DI BALNEAZIONE
Data pubblicazione : 05-09-2019

Con l’Ordinanza n. 74 del 5 settembre 2019, la Commissione Straordinaria ha disposto il divieto di balneazione in località Vena Morta.

ARPACAL, in osservanza del D.lgs 116/08, ha eseguito per il 2019 il monitoraggio delle acque di balneazione.

 

Dai campioni di acqua prelevati il giorno 8 luglio 2019 è stato riscontrato in località Vena Morta, esattamente a 100 metri a destra del Canale, un valore di Escherichia Coli non conforme ai limiti di legge.

L’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Calabria ha notificato l’esito delle analisi al Comune di Cassano All’Ionio con nota Prot. 13767 del 13 agosto 2019.

Facendo seguito alla nota dell’ARPACAL, pervenuta al protocollo dell’Ente cassanese, la Commissione Straordinaria ha ordinato il divieto di balneazione per il tratto di spiaggia delimitata dai punti:

  • inizio:  Lat. 39,7573 N – Long. 16,49 E
  • fine: Lat. 39,711 N – Long 16,4925 E.

Il divieto riguarda, in particolare, l’area identificata a circa 700 metri della destra idraulica del Canale Vena Morta.

VAI ALL’ORDINANZA

E.G.

indietro
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.845 secondi
Powered by Asmenet Calabria