CANALE DEGLI STOMBI: “NESSUNO BLOCCA I LAVORI”. I CHIARIMENTI DELL’AMMINISTRAZIONE
Data pubblicazione : 21-04-2019

“Nessuno blocca i lavori riguardanti il Canale degli Stombi. Non esiste “insabbiamento amministrativo di nessun genere, né veti”. I chiarimenti dell’Amministrazione comunale.

A chiarimento di quanto riportato dalla stampa in merito ai lavori di escavo e ripascimento, autorizzato con Decreto regionale n. 3895 del 26/03/2019”, il Comune di Cassano All’Ionio precisa che non intende “disfarsi” dei sedimenti caratterizzati presenti all’interno dell’alveo del Canale, oggetto dell’autorizzazione rilasciata dalla Regione Calabria.

 

Questo per due motivi, il primo è perché si tratta di sedimenti che, ab origine, sono esclusi dall’ambito di applicazione della intera Parte Quarta del TU Ambiente concernente i rifiuti, così come disposto dall’art. 185, comma 3, dello stesso TU.

 

Il secondo motivo è perché sono una risorsa preziosa, conforme ai presupposti qualitativi indicati dal Decreto 173/2016, necessaria per interventi di ripristino ambientale da attuare nello stesso ambito demaniale, morfologicamente omogeneo, in cui essi si trovano e su cui il Comune esercita compiti e poteri delegati dall’Ente Regionale, congruenti con il loro utilizzo.

 

Per quanto riguarda il riferimento all’ARPACAL, si sottolinea che la precedente comunicazione, datata 31 maggio 2018, a firma del Responsabile Pro-Tempore Ing. Mario Innocenzio Rummolo, citata nella nota del Servizio suolo e rifiuti di ARPACAL provinciale, è ritenuta dai competenti Uffici Tecnici Comunali inefficace, perché priva dei necessari presupposti valutativi per la sua congrua formulazione.

 

A tal fine, gli stessi Uffici, fornendo informazioni di fatto e di diritto utili per le valutazioni, di competenza della Procura della Repubblica di Castrovillari, hanno fatto istanza chiedendo, a norma di legge, di voler disporre il dissequestro, con conseguente restituzione alla disponibilità del Comune, dell’area in questione per consentire l’attuazione degli interventi previsti destinati a favorire la navigabilità del canale.

 

Spiace costatare che taluni ambienti - ormai ben identificati - hanno dimostrato, ancora una volta, di voler ostacolare, diffondendo notizie non veritiere e distorte, l’impegno unitario profuso da tutte le Istituzioni, facenti parte del “Tavolo tecnico” promosso dal competente Dipartimento della Regione Calabria, per giungere al definitivo superamento delle criticità atavicamente presenti nell’area, a causa delle quali, negli anni, sono state sperperate ingenti somme di denaro pubblico.

 
M.P.
indietro
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.972 secondi
Powered by Asmenet Calabria