I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo.     Informazioni

Eventi

SS. CROCIFISSO: COMMISSIONE STRAORDINARIA, SINDACI E TANTA GENTE ALLA MESSA SOLENNE PER IL SANTO PATRONO

Tantissimi cassanesi, insieme con la Dottoressa Rita Guida, Sindaci, autorità civili, militari e religiose, si sono ritrovati il primo marzo alle ore 18 nella Basilica Minore di Cassano All’Ionio per la Messa solenne, in occasione della Festa del SS. Crocifisso, Patrono della cittadina calabrese. 

Alla Celebrazione Pontificale presieduta dal Vescovo Monsignor Francesco Savino erano presenti molti Sindaci dell’Associazione "Città del SS. Crocifisso"; la Dottoressa Rita Guida in rappresentanza della Commissione Straordinaria di Cassano; il Prefetto di Cosenza, Dottoressa Paola Galeone; tante autorità militari, religiose e civili.  

 

Emozionante e passionale come al solito l’omelia del Vescovo Savino, una sorta di contratto di amore con la Città di Cassano racchiuso in tre impegni: Accoglienza, fraternità, speranza.

 

Accoglienza, perché “Cassano sia una città in cui l’accoglienza si fa prossimità e vicinanza, carità e solidarietà. Davanti all’emergenza umanitaria ci attende uno scatto di responsabilità collettiva, capace di inclusione, reciprocità pur nelle contraddizioni. Continuiamo a scrivere così la storia di Cassano, a stare tutti insieme accanto agli ultimi e a frenare l’impoverimento progressivo con azioni di soccorso per chi sta scivolando nella disperazione o ci è già dentro. Amare gli scartati non è romantico né comodo ma, lo sappiamo, la civiltà di un paese si misura dal posto che si riserva ad essi. I poveri ci convertono! Aprire cantieri di carità e di giustizia è la strada per riprendere il volto smarrito di comunità civile. Senza accoglienza la nostra Cassano si condanna alla sterilità”.

 

Fraternità, perché in questa ritroviamo “le nostre relazioni partendo dalle nostre famiglie, dai luoghi in cui abitiamo, dalle strade che percorriamo. Anche la politica qui a Cassano ritorni alla fraternità: costato ripetutamente rancori, invidie, gelosie che fanno tanto male generando virus distruttivi. Liberiamoci da ogni inimicizia! Scompaia la parola “nemico” nel rispetto di ogni diversità, che è sempre ricchezza; costruiamo relazioni che fanno della fraternità il gusto e la bellezza del vivere insieme. Cassano ha bisogno di riscoprirsi comunità trasparente dove ciascuno sia al servizio di tutti oltrepassando i bisogni privatistici”.


Speranza, perché “a Cassano sembra che sia morta la speranza, sopraffatta dalla rassegnazione e dal fatalismo! Ma, si può vivere senza speranza? La speranza, che viene dall’Alto, è una virtù teologale che passa dai nostri volti, si serve dei nostri nomi. La speranza, che è la certezza che Dio opera nella nostra storia personale e comunitaria, cammina attraverso la nostra tenerezza. Davanti al Crocifisso, stasera chiediamo al Cristo di attirare nella sua Resurrezione la fraternità di una comunità accogliente e gratuitamente ospitale”.

 

Al termine della celebrazione il Prefetto Paola Galeone, è stata nominata Ambasciatore dell'Associazione delle Città del SS. Crocifisso. A lei è stata consegnata una pergamena con la motivazione della nomina: “quale riconoscimento per aver sempre dimostrato la Sua vicinanza all’Associazione come Donna impegnata a testimoniare i valori della carità cristiana e della solidarietà nei confronti dei più deboli”.

 

Oltre alla pergamena, la Dottoressa Rita Guida ha fatto dono al Prefetto anche di un Piatto con il Logo dell'Associazione delle Città del SS. Crocifisso.

 

E. Gitto


*Foto di Aldo Jacobini

indietro

TWFBYT

pago pa Area RiservataMeteo 

 

 Versione precedente del portale

                                               

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 4.188 secondi
Powered by Asmenet Calabria