I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo.     Informazioni

Eventi

A CASSANO APRE LO SPORTELLO ANTI-USURA: SIGLATO IL PROTOCOLLO D’INTESA

“Sicurezza, legalità e solidarietà - Cassano All'Ionio contro l'estorsione e l'usura": questo il tema affrontato oggi, 19 ottobre 2018 in un gremito Teatro Comunale

Interventi di grosso spessore e un pubblico numeroso, competente e attento. Basta questo per certificare il successo del convegno sulla legalità che si è tenuto a Cassano oggi pomeriggio.

 

Durante l’incontro, cui ha partecipato Luigi Gaetti, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno.  Alla presenza di un parterre davvero di eccezione, è stato sottoscritto tra il Comune di Cassano All'Ionio, la Prefettura di Cosenza, l'Ufficio del Commissario Straordinario  del Governo per il coordinamento delle iniziataive antiracket e antiusura - Dipartimento del Tesoro - MEF (Prevenzione Utilizzo Sistema Finanziario per fini legali), e la Fondazione Antiusura "S. Matteo Apostolo" di Cassano, un Protocollo d’intesa per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni dell’usura e dell’estorsione nella Provincia di Cosenza.

 

Il Protocollo d'intesa siglato dai presenti prevede, tra l'altro, l'istituzione di uno Sportello anti-usura. Per i Commissari l'iniziativa è nata "dalla necessità di rafforzare l'azione di prevenzione" con un occhio più attento a "chi manifesta una situazione di disagio". 
 
"Lo Sportello - spiegano i Commissari - oltre a fornire informazioni circa i benefici presenti per le vittime dell'estorsione e dell'usura, avrà lo specifico compito di fornire informazioni di carattere generale in ordine alla Legge n.3/2012 e alla procedura attivabile presso lo Sportello medesimo". 

Il Protocollo, quindi, impegna il Comune di Cassano All'Ionio "d'intesa con la Prefettura di Cosenza, a promuovere ogni ulteriore iniziativa, ai fini di pianificazione di misure ed azioni preventive mirate, in tema di contraffazione, corruzione, usura ed estorsione".

 

L’incontro, voluto e organizzato dalla Commissione Straordinaria che amministra attualmente il Comune di Cassano All’Ionio, formata da Mario Muccio, Roberto Pacchiarotti e Rita Guida, ha visto la presenza di rappresentanti sia istituzionali, che delle Forze dell’Ordine. 

 

Sono intervenuti Paola Galeone, Prefetto di Cosenza; Eugenio Facciolla, Procuratore capo della Procura di Castrovillari; Domenico Cuttaia, Commissario Straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura; Monsignor Francesco Savino, Vescovo della Diocesi di Cassano All'Ionio nonché Presidente onorario della locale Fondazione Antiusura; Lavinia Monti, Dirigente del Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF); Francesco Marzano Presidente della Fondazione Antiusura "San Matteo Apostolo".

A coordinare i lavori è stato il Dott. Mario Muccio. Si pubblica il testo integrale dell'intervento introduttivo del Commissario Straordinario Mario Muccio.

 

"Come Amministrazione comunale di Cassano allo Ionio, abbiamo deciso di promuovere questo incontro per sottoscrivere un “Protocollo d’intesa contro i fenomeni estorsivi ed usurari” e abbiamo ipotizzato questo titolo: “Sicurezza, legalità e solidarietà”.

Naturalmente, non voleva essere un semplice slogan di facile presa. Era a ragione veduta. Crediamo, infatti, che “sicurezza, legalità e solidarietà”, possono essere intesi come mezzi e come fini. In realtà, abbiamo pensato che “i mezzi prefigurano i fini”, superando ogni retorica dei diritti e concentrando, invece, la nostra attenzione ai doveri, come ben prevede la nostra Carta Costituzionale, a partire dall’Art. 2.

I doveri sono strumentali al principio di solidarietà, a partire dalla importante realtà dell’associazionismo e del volontariato sociale, in un “sistema” che richiama tutte le Istituzioni e l’intera società alla responsabilità di concorrere -con consapevolezza e in prima persona- alla concreta e convergente realizzazione di diritti e doveri. Perché tutti siamo “Repubblica”.

Un Protocollo d’intesa per rafforzare le attività di prevenzione e di contrasto all'estorsione e all’usura rientra proprio in questa logica. Ne parleremo stasera, diffusamente e da diverse angolazioni. 

Ascolteremo il Prefetto di Cosenza, che ringraziamo per l’attenzione costante alle attività poste in essere dalla Commissione Straordinaria di Cassano allo Ionio e per l’intelligente e “strategico” supporto fornito, a partire dall'assegnazione di personale comandato che affianca l’impegno lavorativo delle strutture comunali.

La sensibilità del Prefetto Galeone in questo senso è ben conosciuta: lei stessa, in passato, è stata in “prima linea” in Comuni sciolti per infiltrazione mafiosa e ben comprende i nostri sforzi quotidiani.

Il Prefetto Cuttaia, Commissario Straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative contro l’estorsione e l’usura ci ha incoraggiati a proseguire nel solco, che lo ha visto incontrare, negli ultimi due anni, il mondo imprenditoriale, commerciale, artigianale, della Magistratura, delle Università e degli Istituti scolastici per individuare possibili “accorgimenti”, amministrativi e normativi, utili per rendere sempre più efficaci le leggi n. 108/1996 e n. 44/1999 consentendo il pieno rientro nell'economia legale delle vittime dell’usura e dell’estorsione grazie anche alla strategica attività assicurata dal Comitato di Comitato di Solidarietà. 

La Dr.ssa Monti, del M.E.F., ci illustrerà i compiti della Commissione per la prevenzione dell’usura. Il suo Ufficio è sempre stato al fianco in particolare, della Fondazione “S. Matteo” e ci ha aiutato a modulare -ancora più efficacemente- il Protocollo che stasera andiamo a sottoscrivere.

Il Dr. Facciolla, Procuratore Capo presso la Procura della Repubblica di Castrovillari, da sempre impegnato a ricostruire verità fattuali, senza mai rinunciare al dubbio cognitivo, con grande consapevolezza culturale e professionale, è qui con noi stasera e il suo intervento sarà particolarmente interessante.

Con Don Francesco Savino, Vescovo della Diocesi e Presidente Onorario della Fondazione “S. Matteo” e grande “ispiratore” -con l’instancabile Presidente, Dr. Marzano- del Protocollo, che vuole rafforzare i perimetri di azione della prevenzione e del contrasto ai fenomeni estorsivi ed usurari, il dialogo è costante.

Insieme, con sobrietà, stiamo ipotizzando un utilizzo, sempre più costruttivo e responsabile, con finalità spiccatamente sociali, di alcuni beni confiscati a Cassano. Crediamo, infatti, che, con la confisca dei beni alle famiglie mafiose, è stata posta in essere una strategia repressiva vincente: obbligando le stesse famiglie a modificare il loro rapporto con il denaro e non dando loro la possibilità di riciclare facilmente i proventi del traffico di droga, delle estorsioni e delle usure, si è resto più complicato l’utilizzo dei capitali a loro disposizione.

Il Sig. Sottosegretario, Sen. Gaetti, dopo la sottoscrizione del Protocollo, concluderà l’incontro. Lo ringraziamo particolarmente per aver voluto partecipare al nostro Evento, convinti che da queste ore insieme scaturiranno preziosi contributi al dibattito pubblico, nelle Istituzioni e nelle Piazze.

Rivolgiamo, quindi, a tutti gli intervenuti un partecipe e grato saluto"

 
E.G.
 
*Foto di Aldo Jacobini
indietro

TWFBYT

pago pa Area RiservataMeteo 

 

 Versione precedente del portale

                                               

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.934 secondi
Powered by Asmenet Calabria